Soltanto dei folli avanguardisti come gli amici di Kilowatt, potevano cogliere il valore del laboratorio sulla cerbottana!
E’ iniziato tutto in fase di definizione delle attività estive che si stanno svolgendo al “Future Summer Camp” presso le Serre dei Giardini Margherita a Bologna: al tavolo di co-progettazione, il FabLab ha proposto qualcosa di tanto inaspettato e retrò che probabilmente il messaggio ha parlato alla pancia dei più anziani tra presenti: “Facciamo un laboratorio per costruire le cerbottane, stampiamo degli elementi personalizzati in 3D, ma stimoliamo anche la manualità con il montaggio e lo spirito sportivo con una bella gara di tiro al bersaglio”!!!
Un sentito grazie alle educatrici della squadra di Kilowatt per averci aiutati ed essersi divertite assieme a noi.

cerbottana_3D

Grazie per averci creduto! La giornata di oggi è stata memorabile per tutti, un mix di innovazione tecnologica e tradizione del gioco, che ha messo d’accordo maschi e femmine, educatori e coworkers, bambini ed Umarels che si aggiravano nel parco… In effetti costruire cerbottane soddisfa l’atavico istinto di caccia, fabbricare i dardi in carta è un modo per riscoprire la manualità, razionalizzare il tubo in PVC per ridurre gli sprechi e ottenere il massimo numero di cerbottane, invece è cosa da piccoli ingegneri.
E così abbiamo iniziato: prendi 2 metri di tubo e dividilo per 3. Segna le misure ed inizia a segare!

tubo_PVC

Inaspettatamente, il semplice SEGARE il tubo ha suscitato tanto entusiasmo, che in confronto la stampa 3D dei mirini che abbiamo disegnato in cinque minuti con SketchUp, è passata quasi in secondo piano! Ma come!?!?! I ragazzi non sembravano affatto stupiti della nostra magica stampante Sharebot, anzi, qualcuno proponeva un cambio filamento in corsa per miscelare i colori. (Età compresa tra 6 e 13 anni…)

stampa_3D

Ok… Nel giro di un’oretta le cerbottane erano pronte, stampate, assemblate e personalizzate. I mirini viola o azzurri, distinguono le squadre, le mollette sono i manici e contemporaneamente i caricatori per i dardi di riserva…Qualcuno fa notare che occorrerà un fischietto per dare il segnale di partenza nella fase di tiro al bersaglio. FISCHIETTO??? Non parlare di fischietti ad un maker! Scarichiamo al volo il file STL da internet e mandiamo subito in stampa il rimedio…

E’ ora di andare nella foresta dei giardini Margherita e iniziare il tiro al bersaglio. Si guadagnano punti facendo centro e raccogliendo i dardi che scompaiono tra gli alberi. Per la prossima volta abbiamo imparato un’ importante lezione: bella la competizione, ma a volte crea dei mostri…


Il Biliardino personalizzato NEET

Come potevamo astenerci dalla sfida di riprogettarlo con gli strumenti digitali del FabLab? Oggi è possibile! Il limite è la fantasia, noi abbiamo deciso di personalizzare gli ‘omini’, ridisegnare lo stadio, mettere un segna punti a led e persino inserire dei fantastici effetti sonori.

Bilancio Partecipativo e FabLab Bologna

Una lampada in stile steam punk, posizionata all’entrata di Salaborsa: il bulbo si illumina per qualche istante in seguito alla registrazione di una votazione da parte del server principale del comune.

MakeItWork la puntata zero

Riscopriamo ancora una volta la forte leva che il digitale, vissuto in modo attivo e creativo, può esercitare in chiave di inclusione sociale e lavorativa. In questo modo il nostro FabLab intende iniziare ad affrontare il grande tema della formazione legata ai veloci cambiamenti, non solo tecnici, ma soprattutto culturali, innescati dall’industry 4.0.

Girls Code It Better

Girls Code It Better è un progetto che intende fornire alle ragazze la possibilità di orientare i propri interessi verso le nuove competenze del futuro, stimolandone le attitudini tecniche ed amplificando le possibilità di crescita

FabLab Bologna pionieri italiani di Museomix!

Materiali e suoni distinti che arrivano a raccontare la storia di un piccolo museo nel centro bolognese. Quattro squadre di professionisti creativi che hanno reinterpretato in chiave moderna la visita nelle sale dell’Istituto dei ciechi Francesco Cavazza

Riparazione Stampanti 3D

FabLab e assistenza sulla stampa 3D nella scuola. Quando in classe si inceppa l’ estrusore, chi ci pensa è il professore. Quando il danno non è provvisorio, occorre un maker in laboratorio. La rima baciata non è il nostro forte, ma quando si parla di frasi in gcode…

FabLab Bologna

FabLab Bologna