Sono state giornate intense e ricche di emozioni, quelle di Roma durante la MakerFaire Roma 2015!
Non ce l’aspettavamo, soprattutto dopo l’esperienza del 2014, durante la quale ci trovammo assieme a tutti i FabLab ammassati un un tendone lontano dal cuore della manifestazione.
Abbiamo voluto crederci comunque e partecipare per la terza volta all’evento italiano più importante sulla cultura maker. Quest’anno gli organizzatori hanno fatto tesoro delle esperienze passate e ci hanno letteralmente coccolati, a partire dalla doppia location riservataci in alcuni dei punti più strategici all’interno dell’università La Sapienza.
Abbiamo avuto così la possibilità di parlare ad un grande pubblico ed ai giornalisti della nostra realtà bolognese, esponendo
i migliori progetti nati dalla community di MakeInBo e realizzati nel laboratorio, Il nostro Ovo Sapiens e il Cubotto. Inutile dire che è stato un successo!
E’ stato un piacere incontrare fuori sede i soci di MakeInBo che sono venuti a cercarci allo stand, ed altrettanto piacevole è stato entrare in contatto con i rappresentanti delle aziende e degli altri FabLab italiani presenti alla manifestazione.
La presenza di FabLab Bologna e FabLab Imola ha portato la voce dell’Emilia Romagna promuovendo inoltre la nostra rete regionale Mak-Er.

Maker_Faire
Ovo_Sapiens
Cubotto

Il Biliardino personalizzato NEET

Come potevamo astenerci dalla sfida di riprogettarlo con gli strumenti digitali del FabLab? Oggi è possibile! Il limite è la fantasia, noi abbiamo deciso di personalizzare gli ‘omini’, ridisegnare lo stadio, mettere un segna punti a led e persino inserire dei fantastici effetti sonori.

Bilancio Partecipativo e FabLab Bologna

Una lampada in stile steam punk, posizionata all’entrata di Salaborsa: il bulbo si illumina per qualche istante in seguito alla registrazione di una votazione da parte del server principale del comune.

MakeItWork la puntata zero

Riscopriamo ancora una volta la forte leva che il digitale, vissuto in modo attivo e creativo, può esercitare in chiave di inclusione sociale e lavorativa. In questo modo il nostro FabLab intende iniziare ad affrontare il grande tema della formazione legata ai veloci cambiamenti, non solo tecnici, ma soprattutto culturali, innescati dall’industry 4.0.

Girls Code It Better

Girls Code It Better è un progetto che intende fornire alle ragazze la possibilità di orientare i propri interessi verso le nuove competenze del futuro, stimolandone le attitudini tecniche ed amplificando le possibilità di crescita

FabLab Bologna pionieri italiani di Museomix!

Materiali e suoni distinti che arrivano a raccontare la storia di un piccolo museo nel centro bolognese. Quattro squadre di professionisti creativi che hanno reinterpretato in chiave moderna la visita nelle sale dell’Istituto dei ciechi Francesco Cavazza

Riparazione Stampanti 3D

FabLab e assistenza sulla stampa 3D nella scuola. Quando in classe si inceppa l’ estrusore, chi ci pensa è il professore. Quando il danno non è provvisorio, occorre un maker in laboratorio. La rima baciata non è il nostro forte, ma quando si parla di frasi in gcode…

FabLab Bologna

FabLab Bologna