Girls Code It Better è un progetto che intende fornire alle ragazze la possibilità di orientare i propri interessi verso le nuove competenze del futuro, stimolandone le attitudini tecniche ed amplificando le possibilità di crescita anche lavorativa nei settori dove statisticamente le girls sembrano ancora rappresentare una percentuale molto bassa.
GCIB conta decine di club non solo in Emilia Romagna e FabLab Bologna è orgoglioso di essere partner tecnico di Man At Work, agenzia del lavoro che si occupa di indirizzare le nuove generazioni svincolate dai classici meccanismi di riconoscimento. Per MAW FabLab Bologna forma e coordina i makers che verranno assegnati alle scuole per divulgare una modalità di approccio alla cultura tecnico-scientifica decisamente fuori dagli schemi.

Un gruppo di studentesse di 11 anni degli IC10 e IC7, dopo aver scelto l’argomento del corso – La scuola che vorrei – si mettono subito al lavoro. C’è chi progetta la realizzazione di un tour virtuale della scuola dei sogni. Quindi il club che, al grido “Trust us and we will survive”, si occupa di comunicazione. E ancora le ragazze che pianificano la vendita di oggetti stampati in 3D e tagliati laser da loro stesse. Tavoletta grafica alla mano, inventano giochi per decostruire gli stereotipi di genere propri della loro età.


Il Biliardino personalizzato NEET

Come potevamo astenerci dalla sfida di riprogettarlo con gli strumenti digitali del FabLab? Oggi è possibile! Il limite è la fantasia, noi abbiamo deciso di personalizzare gli ‘omini’, ridisegnare lo stadio, mettere un segna punti a led e persino inserire dei fantastici effetti sonori.

Bilancio Partecipativo e FabLab Bologna

Una lampada in stile steam punk, posizionata all’entrata di Salaborsa: il bulbo si illumina per qualche istante in seguito alla registrazione di una votazione da parte del server principale del comune.

MakeItWork la puntata zero

Riscopriamo ancora una volta la forte leva che il digitale, vissuto in modo attivo e creativo, può esercitare in chiave di inclusione sociale e lavorativa. In questo modo il nostro FabLab intende iniziare ad affrontare il grande tema della formazione legata ai veloci cambiamenti, non solo tecnici, ma soprattutto culturali, innescati dall’industry 4.0.

FabLab Bologna pionieri italiani di Museomix!

Materiali e suoni distinti che arrivano a raccontare la storia di un piccolo museo nel centro bolognese. Quattro squadre di professionisti creativi che hanno reinterpretato in chiave moderna la visita nelle sale dell’Istituto dei ciechi Francesco Cavazza

Riparazione Stampanti 3D

FabLab e assistenza sulla stampa 3D nella scuola. Quando in classe si inceppa l’ estrusore, chi ci pensa è il professore. Quando il danno non è provvisorio, occorre un maker in laboratorio. La rima baciata non è il nostro forte, ma quando si parla di frasi in gcode…

Siglata la convenzione con le scuole Pepoli

pena firmata la convenzione tra FabLab Bologna ed IC 21 di Bologna: formalizziamo un rapporto già avviato ed un esempio di collaborazione tra pubblico e privato per aumentare la qualità dell’offerta rivolta ai ragazzi/e (8-17 anni) di tutta la città!

FabLab Bologna

FabLab Bologna