Se peschi una carta e devi conquistare le armate gialle, stai giocando a Risiko.
Se peschi una carta e devi occupare il territorio dei colli bolognesi stai giocando a City Rulez! Il primo gioco da tavola ambientato a Bologna, dove si scatena una guerra tra di gruppi di stereotipi più pittoreschi del nostro territorio, come i  ‘Furi Sede’, i ‘Fighetti’, gli ‘Ultras’, i ‘Virtussini’, i ‘Fortitudini’ ed in fine i  ‘Maragli’. Come ogni gioco, CITY RULEZ – Streets of Bolo è composto da plancia, carte, pedine, dadi, missioni e un regolamento che lo completa. La caratteristica OPEN fa sì che la giocabilità sia pensata per stimolare la creatività dei giocatori, dando a tutti la possibilità di sviluppare diverse modalità di gioco.
Il video ufficiale spiega meglio di tante parole, l’idea geniale avuta dai Lorenzo ed Enzo dell’associazione Ragoo, capitati al FabLab in cerca di aiuto per creare dei prototipi ed in fine organizzare un sistema produttivo razionale per una piccola serie da 1000 unità, destinate alla vendita tramite Crowd Funding su piattaforma Idea Ginger.
Per chi ama i giochi di società e cerca qualcosa di originale ed unico, consigliamo di partecipare al Crowd Funding ed aggiudicarsi una confezione di City Rulez – Streeet of Bolo!!
Dentro alla scatola non sarà difficile capire dove il FabLab Bologna ha messo lo zampino! Ebbene, non ci sono carri armati di plastica, non ci sono pedine a forma di fiaschetto, ma???? L’icona scelta per questo gioco è proprio l’Umarel, e noi abbiamo trovato il modo di produrre 300.000 pedine colorate in plexiglass, in tempi record.
Un esempio di come al FabLab Bologna, chi ha un’idea può realizzarla in breve tempo, affrontando in modo più leggero una piccola produzione scaturita dalle nuove forme di Crowd Funding.


Il Biliardino personalizzato NEET

Come potevamo astenerci dalla sfida di riprogettarlo con gli strumenti digitali del FabLab? Oggi è possibile! Il limite è la fantasia, noi abbiamo deciso di personalizzare gli ‘omini’, ridisegnare lo stadio, mettere un segna punti a led e persino inserire dei fantastici effetti sonori.

Bilancio Partecipativo e FabLab Bologna

Una lampada in stile steam punk, posizionata all’entrata di Salaborsa: il bulbo si illumina per qualche istante in seguito alla registrazione di una votazione da parte del server principale del comune.

MakeItWork la puntata zero

Riscopriamo ancora una volta la forte leva che il digitale, vissuto in modo attivo e creativo, può esercitare in chiave di inclusione sociale e lavorativa. In questo modo il nostro FabLab intende iniziare ad affrontare il grande tema della formazione legata ai veloci cambiamenti, non solo tecnici, ma soprattutto culturali, innescati dall’industry 4.0.

Girls Code It Better

Girls Code It Better è un progetto che intende fornire alle ragazze la possibilità di orientare i propri interessi verso le nuove competenze del futuro, stimolandone le attitudini tecniche ed amplificando le possibilità di crescita

FabLab Bologna pionieri italiani di Museomix!

Materiali e suoni distinti che arrivano a raccontare la storia di un piccolo museo nel centro bolognese. Quattro squadre di professionisti creativi che hanno reinterpretato in chiave moderna la visita nelle sale dell’Istituto dei ciechi Francesco Cavazza

Riparazione Stampanti 3D

FabLab e assistenza sulla stampa 3D nella scuola. Quando in classe si inceppa l’ estrusore, chi ci pensa è il professore. Quando il danno non è provvisorio, occorre un maker in laboratorio. La rima baciata non è il nostro forte, ma quando si parla di frasi in gcode…

FabLab Bologna

FabLab Bologna