Il bilancio partecipativo a Bologna. Alcune importanti decisioni che riguardano opere pubbliche, interventi di manutenzione straordinaria, riqualificazione e riorganizzazione di spazi e nuovi arredi urbani, vengono prese offrendo ai cittadini uno strumento democratico che poche altre città hanno la capacità di gestire, sia per l’impegno che per lo sforzo organizzativo che comporta: il bilancio partecipativo. Un percorso di co-progettazione di iniziative, verificate e condivise con la cittadinanza, a cui anche il FabLab Bologna ha dato un contributo, sia nelle proposte sia nella comunicazione.
Nel primo caso, la co-progettzione di laboratori digitali in diversi quartieri della città, offrendo tutto il supporto tecnico necessario. Nel secondo caso, e qui abbiamo lavorato a stretto contatto con i ragazzi del LabUNDER, abbiamo sviluppato un dispositivo “Conta voti” che riceve degli stimoli dalla rete, ogni qualvolta un cittadino esprime la sua preferenza attraverso il portale di iperbole, che si trovi a casa o in treno…
Si tratta semplicemente di una lampada in stile steam punk, posizionata all’entrata di Salaborsa: il bulbo si illumina per qualche istante in seguito alla registrazione di una votazione da parte del server principale del comune. Con un semplice Raspberry e un abbellimento inciso a laser, il gioco è fatto. Nulla sarebbe stato realizzato nell’arco di una settimana, se non ci fosse stata la divisione HiTech del laboratorio UNDER: un manipolo agguerrito di ragazzi appassionati di big data e digitale, con il quale, presso il quartier generale della fondazione Innovazione Urbana, abbiamo tenuto diversi incontri per fornire e scambiare le tecnologie abilitanti che normalmente usiamo al FabLab.

Vota anche tu per migliorare il tuo quartiere e contribuire a tenere viva la lampada sempre di più.
Vai al sito http://partecipa.comune.bologna.it/bilancio-partecipativo per scoprire tutti i progetti e votare, fino al 19 novembre, il tuo preferito.

 

 

Una sessione di laboratorio con LabUNDER Bilancio Partecipativo
ESPDuino IoT Bilancio Partecipativo

Il Biliardino personalizzato NEET

Come potevamo astenerci dalla sfida di riprogettarlo con gli strumenti digitali del FabLab? Oggi è possibile! Il limite è la fantasia, noi abbiamo deciso di personalizzare gli ‘omini’, ridisegnare lo stadio, mettere un segna punti a led e persino inserire dei fantastici effetti sonori.

MakeItWork la puntata zero

Riscopriamo ancora una volta la forte leva che il digitale, vissuto in modo attivo e creativo, può esercitare in chiave di inclusione sociale e lavorativa. In questo modo il nostro FabLab intende iniziare ad affrontare il grande tema della formazione legata ai veloci cambiamenti, non solo tecnici, ma soprattutto culturali, innescati dall’industry 4.0.

Girls Code It Better

Girls Code It Better è un progetto che intende fornire alle ragazze la possibilità di orientare i propri interessi verso le nuove competenze del futuro, stimolandone le attitudini tecniche ed amplificando le possibilità di crescita

FabLab Bologna pionieri italiani di Museomix!

Materiali e suoni distinti che arrivano a raccontare la storia di un piccolo museo nel centro bolognese. Quattro squadre di professionisti creativi che hanno reinterpretato in chiave moderna la visita nelle sale dell’Istituto dei ciechi Francesco Cavazza

Riparazione Stampanti 3D

FabLab e assistenza sulla stampa 3D nella scuola. Quando in classe si inceppa l’ estrusore, chi ci pensa è il professore. Quando il danno non è provvisorio, occorre un maker in laboratorio. La rima baciata non è il nostro forte, ma quando si parla di frasi in gcode…

Siglata la convenzione con le scuole Pepoli

pena firmata la convenzione tra FabLab Bologna ed IC 21 di Bologna: formalizziamo un rapporto già avviato ed un esempio di collaborazione tra pubblico e privato per aumentare la qualità dell’offerta rivolta ai ragazzi/e (8-17 anni) di tutta la città!

FabLab Bologna

FabLab Bologna